loading...

MEDICI CONCORDI: "PIU' SANI I BIMBI NON VACCINATI"

"I bambini non vaccinati sono più sani". A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi, che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali”.

Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".

E per dimostrare quanto asseriscono sono pronti a partecipare a un’indagine organizzata dall’Istituto superiore della sanità che confronti "nel modo più rigoroso" lo stato di salute dei piccoli completamente vaccinati con quella dei bimbi mai vaccinati.
Illustrano poi la loro dettagliata proposta articolata in quattordici punti. Spazia dalla richiesta di personalizzazione dei trattamenti ai tempi di somministrazione, dai compiti che il pediatra deve assolvere alla necessità di superare l’obbligo vaccinale.
"Se vogliamo servire la verità abbiamo solo una possibilità - concludono -: unirci tutti attorno ad un tavolo scientifico e discutere l’argomento con cuore aperto e libero da conflitti di interesse. Questo è il bene della Medicina, il resto è coercizione cieca e scontro frontale che prima o poi si rivelerà contro tutti noi”.

di LUCA SOLIANI

fonte: http://www.ilrestodelcarlino.it/

6 commenti:

Tancredi ha detto...

120 medici statisticamente sono "un cazzo".
occorrerebbe investigare quanto di questi (ne conosco non pochi) hanno la targa omeopatia sulla porta.
l sensazione epidermica su quanto raccontano i genitori antivaccinisti è falsata dalla loro "volontà" di avere a tutti i costi un figlio sano per dimostrare a se stessi che non gli fanno danno.
gli antivaccinisti istinitvamente suppliscono alla repulsione per il farmaco facendo evitare al figlio le situazioni infettive.
probabilmente tengono i bambini a casa e non li mandano all'asilo e se a scuola c'è epidemia influenzale li tengono a casa per evitare contagio.
la scienza è un'altra cosa.

Giorgio Curreli ha detto...

I medici che non hanno pazienti non vaccinati parlano solo per sentito dire, non si parla di opinioni nella lettera, ma di una constatazione della situazione attuale dei bambini vaccinati e non.
Gli unici che possono parlare di bambini non vaccinati sono i medici che li seguono, non chi riporta cose scritte sui libri e che non ha la minima esperienza diretta.

Luigi ha detto...

Ovvio

Anonimo ha detto...

Beh, sicuramente la scienza è un altra cosa, specialmente rispetto alle tue personali presunzioni che, oltretutto generalizzando, accampi...

Anonimo ha detto...

Tancredi ma non pensi di dire tu stesso cose davvero poco scientifiche???
Sarebbe la volontà dei genitori a fare evitare loro guai a fare rimanere i bambini più sani?
Ma perchè gli altri genitori li crescono a pane e morbillo perchè sono vaccinati????
Ovvia!
Chissà se si arriverà mai ad un accordo ma spesso vedo nei pro vaccini assoluti una impostazione fideistica che forse, oggi, può essere attenuata. Non duecento anni fa, quando si moriva come mosche, quando non c'erano gli strumenti culturali e scientifici per una buona ricerca ma oggi sì! Invece proprio nei medici vedo l'assoluta mancanza di curiosità scientifica .... semplicemente su certe cose è tabù porsi delle domande. Ma ti assicuro che un chirurgo di altissimo livello difficilmente avrà più consapevolezza su questa tematica di uno studente delle superiori perchè a mala pena avrà dato un esame di pediatria venti anni prima e poi il suo curriculum (giustamente) lo ha portato altrove. Vedo, in questa assenza di curiosità, la stessa ottusità, non me ne volere, di quelli che deridevano un certo dottore in una certa clinica austriaca che diceva che le donne morivano dopo aver partorito perchè i medici non si lavavano le mani .... lo hanno deriso a lungo ma poi ....

alessio di benedetto ha detto...

FIRMA CONTRO OBBLIGATORIETA’ DI 13 VACCINI - PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (2.2.2017)
FIRMA E FAI FIRMARE CONTRO L’OBBLIGATORIETA’ DEI VACCINI - PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (PARTITO DITTATURA) - PER LA FREQUENZA ALLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO PUBBLICHE O PRIVATE
UNA LEGGE CHE NON CONCEDE PIU’ VIA DI SCAMPO,
SE NON L’EMIGRARE NEI PAESI CIVILI EUROPEI. https://www.change.org/p/alla-corte-costituzionale-italiana-firma-contro-obbligatorieta-dei-vaccini-prevista-dal-disegno-di-legge-2679-del-pd?recruiter=38282632&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_for_starters_page&utm_term=des-md-google-no_msg
VOGLIAMO LEGGERE UNO STRALCIO DI UNA LEGGE LIBERTICIDA, AGGRESSIVA, DITTATORIALE, ANTICOSTITUZIONALE DA GULAG STALINISTA? Francesca Puglisi scrive, cambiando l’articolo 47 del D.P.R. 22 dicembre 1967, che “al fine di tutelare la salute dei cittadini, costituisce requisito necessario per l’accesso ai servizi educativi pubblici e privati e alle scuole di ogni ordine o grado, statali, paritarie private e degli enti locali, l’aver assolto gli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente”. Toccherà quindi “ai dirigenti scolastici dei servizi e delle scuole all’atto dell’iscrizione alla scuola o agli esami, richiedere la presentazione della relativa certificazione, comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni e delle rivaccinazioni predette”. E questa “copia della certificazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni e delle rivaccinazioni è conservata nel fascicolo personale dell’alunno”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...